hanicker + apple   13

Samsung batte Apple: venduti un maggior numero di smartphone
Stando a quelli che sono i dati forniti recentemente da Strategy Analytics durante il terzo trimestre del 2011 Samsung sarebbe riuscita a battere Apple in fatto di smartphone.
Questo, in alteri termini, sta quindi a significare che i numeri delle vendite degli smartphone della ben nota azienda sudcoreana risultano superiori a quelli raggiunti dalla celebre mela morsicata e la differenza, inoltre, sembrerebbe essere anche abbastanza sostanziosa: si tratta infatti di ben 10 milioni di device in più.
Infatti, durante il periodo preso in esame, Samsung ha spedito 27,8 milioni di smartphone ottenendo il 23,8% di quote di mercato contro Apple che, invece, ha spedito 17,1 milioni di iPhone corrispondenti al 14,6% di quote di mercato.
(...)Continua a leggere Samsung batte Apple: venduti un maggior numero di smartphone, su Geekissimo
Samsung batte Apple: venduti un maggior numero di smartphone, pubblicato su Geekissimo il 29/10/2011
© Martina Oliva (Bugeisha) per Geekissimo, 2011. | Permalink | 2 commenti | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Scienza e tecnologia. Post tags: Apple, Nokia, samsung, vendite smartphone
Nokia  vendite_smartphone  Scienza_e_tecnologia  Apple  samsung  from google
october 2011 by hanicker
Apple brevetta lo Slide to unlock: nuova guerra contro Android in vista
I guai non vengono mai da soli, lo sappiamo bene noi “comuni mortali“, sta iniziando a capirlo anche Google. Dopo il nuovo obolo da pagare a Microsoft, gli androidiani sono costretti ad incassare un nuovo colpo da Apple che dopo tanti anni (dal 2005, per l’esattezza) ha visto finalmente riconoscersi il brevetto per lo Slide to unlock, il meccanismo di sblocco degli smartphone dopo lo stand-by che prevede il trascinamento di un pulsante sullo schermo da sinistra verso destra.
Come mai il riconoscimento di un brevetto Apple per una funzione che l’azienda di Cupertino ha introdotto effettivamente per prima (con iPhone) dovrebbe preoccupare il mondo Android? Semplice, perché la maggior parte degli Android Phone e dei tablet con il sistema del robottino usano un meccanismo molto, molto simile per ritornare dallo standby. Ed anche perché il brevetto sarebbe molto fraintendibile nel caso in cui la Casa della mela decidesse di usarlo per mettere i bastoni fra le ruote a Google.
(...)Continua a leggere Apple brevetta lo Slide to unlock: nuova guerra contro Android in vista, su Geekissimo
Apple brevetta lo Slide to unlock: nuova guerra contro Android in vista, pubblicato su Geekissimo il 26/10/2011
© naqern per Geekissimo, 2011. | Permalink | 12 commenti | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Android, Apple. Post tags: apple vs google, brevetti, causa
Apple  apple_vs_google  causa  Android  brevetti  from google
october 2011 by hanicker
Samsung e brevetti : nuova TouchWiz per problemi con Apple ?
Si torna a parlare del contenzioso tra Samsung ed Apple, e delle modifiche che la casa coreana dovrebbe apportare alla TouchWiz per non cadere in cause legali relative ai brevetti.

(...)Continua a leggere Samsung e brevetti : nuova TouchWiz per problemi con Apple ? su Androidiani.Com

© MisterX_Dev for Androidiani.com, 2011. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: android, apple, brevetti, Ice Cream Sandwich, ICS, samsung, TouchWiz UX
curiosità  News  android  apple  brevetti  Ice_Cream_Sandwich  ICS  samsung  TouchWiz_UX  from google
october 2011 by hanicker
Recensione veloce: MacBook Air 2011, Mac OS X Lion
Nuovo OS X, questo Leone vuole fare un po' troppo la chioccia
L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. 

La gatta Pallina e un MacBook Air al Maniero Digitale.
Il mio MacBook Pro 15" del 2008 è defunto pochi giorni fa (problemi ai componenti interni dell'alimentazione, dopo tre anni di uso ininterrotto) e piuttosto che spendere per riparare una macchina obsolescente ho preferito investire in un laptop nuovo, scegliendo un ultraleggero come macchina da viaggio e per presentazioni.

Non potendo aspettare l'arrivo degli ultrabook di altre marche sui quali montare Linux e Impress di OpenOffice.org/LibreOffice, ho comperato un MacBook Air da 13 pollici con OS X 10 Lion. Queste sono le mie prime impressioni, suscettibili di aggiornamenti, sull'hardware e sul software. Non pretendo che le condividiate: prendetele solo come un mio parere basato sull'uso specifico che ne faccio io.

Hardware
L'Air 2011 è una macchina splendida: una di quelle che ti fa dire “è così che dovrebbero essere i computer”. Leggera da portare in giro, fresca (non un tostapane come il mio MacBook Pro), potente e sorprendentemente veloce. Un piacere da usare e tenere in grembo o sul tavolino del treno per essere produttivi ovunque.

Ma come, non avevo liquidato l'Air come un giocattolo per esibizionisti? Certamente, ma la versione di tre anni fa alla quale mi riferivo era tutt'altra creatura rispetto a questo Air 2011, che ha di default un disco rigido a stato solido, uno schermo con un trattamento antiriflesso sorprendente (gli ho puntato addosso per errore il puntatore laser e l'ha letteralmente assorbito, tanto che credevo che il puntatore si fosse spento), e soprattutto un prezzo e delle prestazioni molto simili al MacBook Pro equivalente. Sull'Apple Store italiano, l'Air 13" costa 1260 euro (1349 franchi in quello svizzero), mentre il Pro 13" base costa 1158 euro (1299 franchi nello Store svizzero). Cento euro e spiccoli di divario, mentre la differenza di prezzo, all'epoca, era di 650 euro.

Certo, per cento euro in più si ha parecchio hardware in meno: niente masterizzatore, un processore meno potente, un disco rigido meno capiente, nessuna porta Ethernet integrata e altro ancora. Ma per l'uso che ne faccio io è uno scambio vantaggioso: niente peso del masterizzatore, un processore comunque più che sufficiente per quello che devo fare (regge senza problemi il riconoscimento vocale di Dragon Dictate 2.5), un disco rigido meno delicato e vorace con la batteria (che dura almeno cinque ore con una luminosità media dello schermo).

Portarsi in giro l'adattatore USB-Ethernet (che si paga a parte) è accettabile. Due porte USB sono sufficienti per un uso mobile e lo slot per scheda SD è ottimo per riversare rapidamente foto durante viaggi e reportage. La tastiera (retroilluminata) è passabile, anche se la corsa dei tasti è comprensibilmente minima. Se l'Air avesse un modem cellulare integrato e una cornice meno spessa per lo schermo sarebbe il laptop perfetto.

Resta valida l'altra critica che feci a suo tempo al primo Air: le dimensioni. La versione da 13" è ancora troppo grande per l'uso ultramobile, ma oggi per chi ha quest'esigenza c'è anche la versione da 11". Io ho scelto la versione più grande perché per le presentazioni mi serve uno schermo meno piccolo di quello di un netbook.

Software

Sleep mode.
Trovo che OS X Lion sia per molti versi irritante, ma non abbastanza da spingermi a sventrare l'Air e installargli Snow Leopard (almeno per ora).

Il suo stile esasperatamente pallido, monocromatico e minimalista (in Finder e Mail, per esempio), le sue opzioni iPad-ose (LaunchPad, lo scrolling rovesciato, i default di Mail) e il suo atteggiamento da chioccia sono fastidi controbilanciati solo a malapena dall'opzione di riavvio istantaneo con le applicazioni già aperte, che trovo un vantaggio enorme per chi viaggia e si trova ad aprire e chiudere il laptop di fretta.

Anche alcuni gesti multi-touch sono un grande aiuto, specialmente su un laptop: trovo particolarmente utile il “trascina-e-seleziona” con un gesto unico (scorrimento con tre dita).

In cima alla lista delle offese all'informatica di Lion metto invece senza esitazioni lo scrolling invertito impostato di default. Da che mondo è mondo, quando faccio scorrere le dita verso il basso su un touchpad, lo schermo scorre verso l'alto, come avviene con un mouse (la metafora è che si sposta l'inquadratura del documento); in Lion, invece, l'impostazione predefinita è che se muovo le dita verso il basso, l'immagine sullo schermo scorre verso il basso. Apple lo chiama “naturale”, ma per chi viene dall'informatica e non dai telefonini o iCosi è spontaneo e naturale come asciugarsi dopo un bidet con la carta vetrata. Per fortuna è disattivabile.

Inoltre trovo irritante la scelta di nascondere la cartella Library dell'utente, che in passato era visibile all'utente. Per esempio, per copiare la mia sterminata raccolta di bookmark di Firefox e di signature di Mail ho sempre usato una semplice copia dei file dalla Library del vecchio computer a quello nuovo (il Sync di Firefox non mi funziona per niente). Con Lion quest'operazione viene ostacolata. Il messaggio è chiaro: l'utente è un utonto al quale è meglio non far toccare gli ingranaggi (ma allora perché non nascondere Library e System nella root del sistema operativo?).

Si può rendere visibile la Library in modo permanente (con il comando da Terminale chflags nohidden ~/Library) o accedervi comunque in vari modi (il più elegante mi pare quello di premere il tasto Opzione mentre si clicca sul menu Go del Finder).

L'assenza di Flash preinstallato è un'altra scocciatura che alimenta la guerra di Apple contro Adobe senza dare nessun vantaggio agli utenti Apple. Si risolve scaricando e installando Flash dal sito di Adobe, ma questa è una cosa che gli utenti non dovrebbero aver bisogno di fare. Idem dicasi per Java, anche se oggi la necessità di supportare Java è rara (NeoOffice ce l'ha).

Altrettanto irritante, sempre a mio parere, è il raggruppamento per conversazioni applicato da Mail. Anche questo è disattivabile, ma va disattivato per ogni singola cartella è una di quelle opzioni che mi sembra generare più confusione che chiarezza (se cancello, cancello l'intera conversazione o la singola mail?). Se avete provato anche voi Lion e/o l'Air e volete condividere le vostre impressioni, i commenti sono a vostra disposizione.

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “rcervi”. Tutto l'hardware e software citato nella recensione è stato acquistato da me senza alcuno sconto o beneficio fornitomi dal produttore o da terzi.Scritto da Paolo Attivissimo per il blog Il Disinformatico. Ripubblicabile liberamente se viene inclusa questa dicitura (dettagli). Sono ben accette le donazioni Paypal.
Apple  Mac_OS_X  from google
october 2011 by hanicker
Android : presto 1 milione di attivazioni al giorno
Come tutti sappiamo, Android è in forte crescita. Larry Page, a Luglio, aveva parlato di  circa 550.000 attivazioni al giorno, ma per gli analisti il dato è sicuramente errato e destinato a crescere, se si pensa che solo il nuovissimo e tanto atteso tablet android di Amazon, Kindle Fire, riceve circa  100.000 prenotazioni di unità/giorno.

(...)Continua a leggere Android : presto 1 milione di attivazioni al giorno su Androidiani.Com

© MisterX_Dev for Androidiani.com, 2011. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: android, apple, google, iOS, Larry Page
curiosità  News  android  apple  google  iOS  Larry_Page  from google
october 2011 by hanicker
Apple Finally Confirms October 4 iPhone Event [In Brief]
Apple's finally ended the speculation on when the iPhone event is going to take place (as well as the speculation on if it was taking place at all), but the guesses as to what's going into the phone will last until 10AM PT, October 4. More »
in_brief  Apple  Iphone_4s  Iphone_5  News  from google
september 2011 by hanicker
Italia, 20 milioni di utenti smartphone
Il Think Mobile di Google è stata anche l’occasione per Ipsos MediaCT di presentare la sua ricerca sul mercato degli smartphone in Italia. Il mese di ottobre sarà un mese ricco sotto il punto di vista delle novità in questo settore, infatti Apple, come ormai sapete, si sta apprestando a rilanciare sul mercato la nuova versione di iPhone, mentre la Nokia, il prossimo 26 ottobre, immetterà sul mercato i primi dispositivi con sistema operativo Windows Phone, ed altri, invece, attendono l’uscita di Android 4.0.
La ricerca di Ipsos MediaCT, fotografa un mercato smartphone in crescita, rispetto al vecchio anno, siamo ad un +52%. Crescono anche di +224% il mercato delle ricerche online tramite mobile, mentre il 23% ha già effettuato un acquisto tramite dispositivo smartphone. Tra i 20 milioni di utilizzatori immortalati da Ipsos MediaCT, il 60% di loro si separa difficilmente dal proprio smartphone, utilizzandolo in casa (98%), fuori casa (88%) e in ufficio (77%).(...)Continua a leggere Italia, 20 milioni di utenti smartphone, su Geekissimo
Italia, 20 milioni di utenti smartphone, pubblicato su Geekissimo il 26/09/2011
© Michele Laganà (Mister6339) per Geekissimo, 2011. | Permalink | Un commento | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Scienza e tecnologia. Post tags: Apple, Google, Ipsos MediaCT, Nokia, Windows Phone
Ipsos_MediaCT  Nokia  Scienza_e_tecnologia  Apple  Windows_Phone  Google  from google
september 2011 by hanicker
DigiNotar: Apple needs to do it
I know I wrote about this yesterday, but I’m really starting to find it irritating and I find I need to hammer on it yet again.  Namely, Apple’s continued lack of action with respect to DigiNotar issue.

Here’s what we know:

The Dutch government has said on record that their own Dutch government websites are no longer to be trusted in light of the issue
Google, Microsoft, Firefox, etc have all revoked trust in the compromised CA
531 certificates are reported compromised to date

Seems like a big deal, don’t you think?  Kind of like an “eleven” on the certificate trust issue.  But yet Apple has not responded in any way.  Seriously.  Radio silence.

Here’s why that irritates me.  Apple markets (heavily) on security (remember the “no viruses” ads?).  They foster a perception in the marketplace of superior security.  Lion was called by some “the most secure consumer platform ever” (emphasis mine).  Now, I question that, and get only flames in response.  But here comes a time for Apple to ante up… and well, there’s nothing.   It’s not about me being right… it’s about looking at the evidence and judging their security profile based on merit: based on the evidence without preconception or bias.

Look, all of the marketing from Apple would lead you to the conclusion that they care about security, right?  So why do they continue to put their users at risk?  Because — make no bones about it — that’s what they’re doing here.  They’re saying, “sure, we have incontrovertible proof that a CA is broken, but we’re choosing to allow users to put full trust in it anyway.  You’re welcome.”

I use Apple products — I had a Mac for years and even on other devices use their software.  In my opinion,  every Apple customer (myself included along with every Mac, iPhone, iTunes, and QuickTime user) — should be paying attention here.  We should be asking if these the actions of a company that actually cares about security?  Or is this someone who cares just enough to use security as advertising, but not enough to actually follow through.

Just sayin’.

Image Source: soberinanightclub.com
Analysis  Apple  from google
september 2011 by hanicker
Che ha fatto Steve Jobs? [INFOGRAFICA]
Dopo le dimissioni di Steve Jobs da CEO di Apple, ci sembrava doveroso fare un riepilogo della sua carriera. Certo, l’uomo in golfino nero continuerà ancora a lungo la sua carriera come Presidente del colosso di Cupertino (alla faccia di chi ha messo in giro le foto di Steve Jobs malato sbufalate ieri), ma abbiamo trovato una simpaticissima infografica che riassume in maniera così concisa ed efficace le tappe fondamentali della storia di El Jobso e non potevamo tenercela per noi.
Con un excursus che parte dal 1976 e arriva ai giorni nostri, l’infografica realizzata da Column Five Media riassume in 500×3030 pixel tutti gli avvenimenti che, dalla fondazione di Apple al lancio di iCloud, hanno portato la Casa della mela a diventare quella che è oggi. La versione completa del grafico vi aspetta dopo il salto: buona visione.
(...)Continua a leggere Che ha fatto Steve Jobs? [INFOGRAFICA], su Geekissimo
Che ha fatto Steve Jobs? [INFOGRAFICA], pubblicato su Geekissimo il 28/08/2011
© naqern per Geekissimo, 2011. | Permalink | Commenta! | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Apple, Infografiche. Post tags: Apple News, novità apple, Steve Jobs
Infografiche  Apple  Steve_Jobs  Apple_News  novità_apple  from google
august 2011 by hanicker
Steve Jobs si dimette dal ruolo di CEO della Apple
Siamo abituati a parlare del mondo Android e delle sue continue novità e lotte per il primato quindi è opportuno informarvi di questa notizia che potrebbe essere fondamentale per le prossime lotte tra Google ed Apple. La notizia riguarda una strana lettera scritta dal Presidente e CEO della Apple, Steve Jobs, che sembra dimettersi dal ruolo di CEO, cedendo così il posto a Tim Cook. Dopo la pausa potrete leggere la lettera scritta dal presidente della società di Cupertino ed un comunicato stampa rilasciato da quest’ultima.

(...)Continua a leggere Steve Jobs si dimette dal ruolo di CEO della Apple su Androidiani.Com

© mptm3c for Androidiani.com, 2011. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: android, apple, dimissioni ceo steve jobs, google, lettera dimissioni steve jobs, steve jobs, tim cook
News  android  apple  dimissioni_ceo_steve_jobs  google  lettera_dimissioni_steve_jobs  steve_jobs  tim_cook  from google
august 2011 by hanicker
Vodafone : Continueremo a vendere il Samsung Galaxy tab 10.1
Come vi avevamo già annunciato in questo articolo, il tribunale di Dusseldorf ha disposto il blocco della vendita in tutta l’Unione Europea del Samsung Galaxy Tab 10.1, nell’attesa che la stessa Samsung discuta il suo ricorso giorno 25 agosto.

(...)Continua a leggere Vodafone : Continueremo a vendere il Samsung Galaxy tab 10.1 su Androidiani.Com

© MisterX_Dev for Androidiani.com, 2011. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: android, apple, samsung, Samsung Galaxy Tab 10.1
curiosità  News  android  apple  samsung  Samsung_Galaxy_Tab_10.1  from google
august 2011 by hanicker
Apple vuole bloccare anche il Motorola Xoom?
Apple non è ancora sazia. Dopo aver ottenuto il blocco delle vendite del Samsung Galaxy Tab 10.1 in Europa ed Australia, il colosso di Cupertino si sarebbe rivolto nuovamente alla corte distrettuale di Düsseldorf (Germania) per ottenere un trattamento analogo per il Motorola Xoom, il tablet della nota Casa statunitense equipaggiato con il sistema operativo di Google Android Honeycomb.
A riferire la notizia è “Foss Patents”, un blog tecnologico specializzato nel campo dei brevetti, secondo il quale anche per il Motorola Xoom Apple starebbe tentando di sfruttare la carta del design copiato. I dettagli tecnici dell’azione legale non sono stati ancora resi noti, invero, ma non è difficile ipotizzare il loro contenuto dopo che l’azienda di Steve Jobs è riuscita ad ottenere l’eliminazione di uno dei suoi rivali più temibili dal mercato.
(...)Continua a leggere Apple vuole bloccare anche il Motorola Xoom?, su Geekissimo
Apple vuole bloccare anche il Motorola Xoom?, pubblicato su Geekissimo il 11/08/2011
© naqern per Geekissimo, 2011. | Permalink | 24 commenti | Aggiungi su del.icio.us Hai trovato interessante questo articolo? Leggi altri articoli correlati nelle categorie Apple. Post tags: Apple VS Motorola, brevetti, cause legali, motorola, motorola xoom, proprietà intellettuale
proprietà_intellettuale  Apple  motorola_xoom  motorola  Apple_VS_Motorola  cause_legali  brevetti  from google
august 2011 by hanicker
Bolle Photo, la prima stampante portatile per Android
Arriva la prima stampante portatile sviluppata appositamente per Android ed iOS, si chiama Bolle Photo. Scopriamo insieme subito dopo il salto!

(...)Continua a leggere Bolle Photo, la prima stampante portatile per Android su Androidiani.Com

© enricoandreoli for Androidiani.com, 2011. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: android, apple, foto, iOS, Stampa, Stampante
Dispositivi_Android  News  android  apple  foto  iOS  Stampa  Stampante  from google
july 2011 by hanicker

Copy this bookmark:



description:


tags: